items - Paga (Paypal/Carta)
Vai al Carrello
(info spedizioni)
Svuota il Carrello

X CHIUDI

X-MAS SPEDIZIONI: garantiamo l’arrivo entro il 23 dicembre di tutti gli ordini fatti fino a domenica 17 dicembre

lov 006 || Playground Love || Air || Nicolò Pellizzon

/\
\/

Playground Love – 3:38
Air, 2000

Inghilterra, 1973. Stati Uniti, 1974. Francia, fine secolo. La storia di questa canzone è un intreccio oscuro (come un triangolo nero, dai contorni sfumati) che si riverbera sulla linea di sax che l’attraversa e corre lungo la linea tesa, stretta, disegnata con rigore dalle tastiere. La voce è uno spiffero nella notte. Gli Air (Jean-Benoit Dunckel e Nicolas Godin, francesi, un matematico e un architetto) lavorano alle musiche per il primo film di Sofia Coppola, Il giardino delle vergini suicide, dal romanzo di Jeffrey Eugenides. La storia è ambientata a Detroit: cinque sorelle adolescenti, bellissime, bionde, luminose, sono tiranneggiate in famiglia. Si suicidano una dopo l’altra, in un crescendo di disperazione cupa, grottesca. Per accendere il buio gli Air immergono Playground love nella luce rifratta dal prisma di The Dark Side of the Moon, risalendo fino alla sorgente di Us and them: da lì sgorga il sax che riaffiora nella canzone. “I’m a high school lover, and you’re my favorite flavor”, in Playground love l’amore non può che essere una nenia sussurrata tra adolescenti sul baratro, prima che tutto diventi buio.

 

Nicolò Pellizzon

Nicolò Pellizzon scrive e disegna fumetti. Il suo primo libro è Lezioni di Anatomia (GRRRžetic). I suoi fumetti sono apparsi su Home (Delebile), “Kuš” e “G.I.U.D.A”. Come illustratore ha collaborato con Feltrinelli e il Battello a Vapore (Lo strano caso del Dott. Jekyll e del Signor Hyde).

| lov 006
| Playground Love
| Air
| Nicolò Pellizzon
<< Trascina con il mouse per vedere l'illustrazione >>
<< drag me >>