items - Paga (Paypal/Carta)
Vai al Carrello Svuota il Carrello

X CHIUDI

lov 026 || Farewell || Francesco Guccini || Elisabetta Romagnoli

/\
\/

Farewell (5’ 16’’)

Francesco Guccini – 1993

“Farewell” significa “addio”, e com’è noto Francesco Guccini dedicò questa canzone – ispirata a Farewell Angelina di Bob Dylan, della quale viene citato un intero verso -, alla sua compagna, Angela: la loro storia era finita da poco. Nella canzone Guccini ripercorre l’intero arco di una relazione, su una musica da ballata folk. Mentre scorrono le note, il testo sembra ritrarre un uomo nell’atto di sfogliare un album di fotografie. Una dopo l’altra, le pagine rimandano all’inizio: “Era facile vivere allora ogni ora / Chitarre e lampi di storie fugaci, di amori rapaci / E ogni notte inventarsi una fantasia da bravi figli dell’epoca nuova”. E quindi la fine, amara – e sono versi lucidi, per non dire addirittura cinici: “Ma ogni storia ha la stessa illusione, sua conclusione / E il peccato fu creder speciale una storia normale”. Ma da grande autore qual è, Guccini non rinuncia a una postilla, forse il momento l’acme emotivo del brano: “Farewell, non pensarci e perdonami se ti ho portato via un poco d’estate / Con qualcosa di fragile come di storie passate”. La canzone, una delle più toccanti e ispirate della sua discografia, venne inclusa nel disco Parnassius Guccini, vincitore del premio Tenco.

 

Bio Elisabetta Romagnoli

Nata a Roma il 15 Aprile 1988. Collabora e ha collaborato con Bao Publishing, Loescher, Inklist, Aurea Editoriale.

| lov 026
| Farewell
| Francesco Guccini
| Elisabetta Romagnoli
<< Trascina con il mouse per vedere l'illustrazione >>
<< drag me >>