items - Paga (Paypal/Carta)
Vai al Carrello Svuota il Carrello

X CHIUDI

lov 056 || It’s Oh So Quiet || Björk || Salvatore Giommarresi

/\
\/

It’s Oh So Quiet (3’ 42’’)

Björk – 1995

In qualche modo la dolce e fragorosa melodia jazz di It’s Oh So Quiet ha attraversato tutto il Dopoguerra, dalla prima incisione di Harry Winter nel 1948 fino alla sua canonizzazione contemporanea ad opera di Björk, passando per la versione dell’attrice e cantante Betty Hutton, negli anni Cinquanta. Nel pieno degli anni 90 per la piccola artista venuta dal profondo Nord questa canzone rappresentò un’incursione nelle frequenze FM. La canzone, inclusa in Post, il suo secondo album, spiccò il volo anche su Mtv grazie a uno dei più iconografici videoclip firmati da Spike Jonze. Lo scenario è inizialmente da suadente bolla di sapone, una sfera di cristallo circonda musica e testo della strofa; cristalli fragili, però, che esplodono in mille pezzi iridescenti quando irrompe l’isteria giocosa del ritornello. Si sta così sereni e in pace, canta Björk, viviamo soli e tranquilli, fino a quando… non t’innamori, e quello Zing Boom strillato dalla sua voce squittente è il ritratto di un cuore che martella. E poi Shh, shh, si ritorna alla pace, fino al prossimo Wow, bam!, quando ci innamoreremo di nuovo – e ancora i nostri cuori pulseranno frementi, e verremo invasi dalla voglia di ballare e urlarlo a squarciagola.

 

Salvatore Giommarresi

Fumettista e Illustratore freelance, a cui piace unire il fumetto alla for­mazione/educazione, conduce corsi di fumetto per bambini e adulti e collabora con associazioni e scuole, al momento sta lavorando ad un progetto internazionale destinato ai paesi dell’Africa subsahariana tramite l’uso dello storytelling.

| lov 056
| It’s Oh So Quiet
| Björk
| Salvatore Giommarresi
<< Trascina con il mouse per vedere l'illustrazione >>
<< drag me >>