items - Paga (Paypal/Carta)
Vai al Carrello
(info spedizioni)
Svuota il Carrello

X CHIUDI

lov 060 || Comunque bella || Lucio Battisti || Menata

/\
\/

Lucio Battisti – 1972
Comunque bella – 3:54

Nella produzione del duo Mogol-Battisti, ovvero nella storia della musica italiana, c’è tutto un filone dedicato alle relazioni, ai rapporti uomo-donna. Alle storie d’amore, insomma: ed è un filone centrale. Nell’album Umanamente uomo: il sogno, Battisti-Mogol inseriscono I Giardini di marzo e Comunque bella, peraltro pubblicate come lato A e B di un unico 45 giri. Un 45 giri all’insegna della disperazione, si potrebbe dire. Qui interessa Comunque bella, un testo che al di là del ritornello, piuttosto semplice (Tu… eri bella, bella, comunque bella), ritrova delle strofe molto intense, grazie alla vena descrittiva/evocativa di Mogol. Il racconto è quello di una coppia che discute di un tradimento. Come in Non è Francesca, a tradire è la ragazza: che si trova in una posizione di forza assoluta, mentre il suo compagno è costretto – stregato dalla sua bellezza – ad accettare uno “sguardo stravolto da una notte d’amore”, notte d’amore da cui lui, va da sé, è rimasto fuori. Intorno infuria una pioggia d’estate: occhi arrossati, capelli bagnati, segni sul viso, ogni particolare nel corpo delinea una profonda malinconia.

Menata
Il progetto Menata nasce nel 2015 da Andrea Cacucciolo (classe 1997), diventando la firma di tutti i suoi lavori di illustrazione e fumetto, gran parte dei quali raccolti sulla pagina facebook omonima. Dopo aver realizzato delle storie brevi ed una rielaborazione artistica di un mazzo di carte da gioco (Carte Altrovetane), continua ad alternare la pratica del disegno allo studio della teoria presso il Dams (cinema ed arti figurative), bazzicando tra Bologna e Bari, sua città natale.

| lov 060
| Comunque bella
| Lucio Battisti
| Menata
<< Trascina con il mouse per vedere l'illustrazione >>
<< drag me >>